Detrazioni 110% e cosa aspettarsi

Recentemente con l'approvazione della Legge di bilancio in cui è stata prevista la possibilità di ottenere una detrazione fiscale fino al 110% per i lavori di efficientamento energetico dei fabbricati, molto interesse si è sviluppato non solo fra gli addetti ai lavori (privati, tecnici progettisti, artigiani ecc) ma soprattutto dalle multinazionali e non solo le quali vedono nella cessione del credito un congruo beneficio e guadagno. Sebbene siano uscite alcune circolari sull'applicabilità della Legge, molti sono ancora i dubbi che aleggiano attorno a questa nuova spinta fiscale che avrebbe lo scopo di rilanciare l'economia del settore edilizio e tutta la filera ad esso associato. Tralasciando le molteplici caratteristiche necessarie per poter accedere al bonus fiscale, da libero professionista mi sono posto alcune domande relativamente alla responsabilità di cui sono chiamato a rispondere. Mi riferisco alle asseverazioni che i vari tecnici dovranno sottoscrivere per dichiarare l'ammissibilità di accesso a tale sconto fiscale o cessione del credito. In sintesi 3 sono le figure  principali che a vario titolo dovranno intervenire nell'operazione; il termotecnico, il progettista/direttore dei lavori, ed infine un fiscalista (commercialista o CAFF). Per quanto di mia competenza ho valutato i vari aspetti relativi alle pratiche da espletare per  eseguire l'intervento e successivamente asseverare le opere eseguite, operazione che dovrà avvenire solo dopo un'attenta analisi preliminare dello stato di regolarità del fabbricato. In pratica lo scoglio iniziale per poter pensare di accedere allo sconto fiscale, per quanto mi riguarda, risulta essere rappresentato dalla regolarità urbanistica o meno dell'immobile nella sua totalità. Tenuto conto del notevole sforzo economico a cui sarà sottoposto lo stato, risulta altrettanto chiaro che i controlli effettuati da parte dell'ENEA per verificare chi potrà o meno usufruire dell'agevolazione saranno assai severi, almeno questo è quello che ci si aspetta. Da tutto quanto sopra esposto ritengo pertanto indispensabile che prima di iniziare qualsiasi operazione bisogna per l'appunto incaricare un professionista che valuti attentamente lo stato di regolarità dell'immobile rispetto ai progetti approvati e depositati presso l'Amministrazione Comunale. Qualsiasi anomalia anche piccola potrebbe inficiare l'accesso al bonus per cui, senza voler annichilire le speranze dei più, il fabbricato dovrà essere perfetto in ogni suo aspetto, anche minimo. Un'eventuale leggerezza potrebbe portare a notevoli grattacapi e responsabilità nei confronti dello Stato da parte di chi sottoscriverà le asseverazioni e anche da parte del cittadino che si vedrebbe negare il contributo con conseguente restituzione del credito percepito con relative penali ecc. Ovviamente ogni professionista potrà e dovrà, in totale autonomia, valutare tutti questi aspetti e di conseguenza assumersene la responsabilità in caso in cui intenda procedere con le varie asseverazioni. Da tener presente che in presenza di una sanatoria propedeutica alla successiva richesta del bonus, i costi per le pratiche e le eventuali sanzioni derivanti non potranno essere computate nello sconto fiscale ma dovranno essere interamente sostenute dal proprietario dell'immobile. Speriamo che a breve vi siano ulteriori chiarimenti da parte delle istituzioni per chiarire ulteriormente come procedere con una certa tranquillità allo scopo di far decollare una norma che avrebbe un notevole impatto positivo sia sul patrimonio edilizio che sull'economia in generale. Ovviamente vi sono altri aspetti di pari importanza che dovranno essere tenuti in considerazione per adempiere a quanto previsto dalla Legge ma essendo gli stessi molteplici e legati al tipo di intervento da realizzarsi, consiglio di affidarsi direttamente al proprio professionista di fiducia per ottenere tutte le informazioni del caso.
 

Studio Tecnico SMANIA

 

Via Monfenera 14

31033 - Castelfranvo Veneto (TV)

Italia

Tel. 0423.494619 - 0423.729584

E- mail: alessandro@studiosmania.com

                massimo@ studiosmania.com

I nostri orari

Lo Studio Smania osserva i seguenti orari d'ufficio

Aperto dal Lunedí al Venerdí

  •   8.30 - 12.00        mattino

  • 15.00 - 19.00        pomeriggio

 

Si consiglia fissare appuntamento

© 2023 by Dawkins & Dodger Architecture. Proudly created with Wix.com